Alla scoperta di Corno di Rosazzo

Sappiamo che Brda è il nome di una zona vinicola della Slovenia vicina la confine italiano. Dal punto di vista fisico, questa regione non si ferma dove finisce il territorio amministrativo della Slovenia, e la sua prosecuzione in Italia prende il nome “Collio”.

Anche il Collio è una zona particolarmente vocata alla produzione di vino e merita – non solo per questo – una visita.

Oggi vi presentiamo una piccola, ma graziosa, località del Collio:

 

Vino-Corno-Rosazzo-Collio

 

 

Corno di Rosazzo.

Che nome strano!

Già.
Dovrebbe derivare dal nome del torrente che scorre là vicino, il Corno, appunto, probabilmente chiamato così a causa del suo andamento contorto.
“Rosazzo” deriva da “rosa”, infatti lo stemma del comune rappresenta una cornucopia che versa rose.

 

5 cose da vedere a Corno di Rosazzo

Sebbene sia una località piccola (3.300 abitanti), Corno di Rosazzo offre più di qualche attrazione interessante a chi la visita.

  • Castello di Gramogliano
    Il nome è quello della famiglia che, nel XIII secolo, lo fece costruire. Tutta la regione, però è stata contesa per due secoli fra i Conti di Gorizia e i Patriarchi di Aquileia, di conseguenza il castello ha cambiato molte volte proprietà e ha subito numerosi attacchi militari, a causa dei quali oggi è rimasta in piedi solo una torre delle cinque che originariamente circondavano il castello.
  • Abbazia di Rosazzo
    È stata eretta nel IX secolo, ma, come nel caso di altri edifici nella zona, ha subito numerosi assalti nei secoli. L’abbazia ha anche la “disgrazia” di godere di una posizione strategica anche dal punto di vista militare, così non è mai stata risparmiata dagli assaltatori.
    È stata restaurata completamente a metà degli anni Novanta e ora è aperta alle visite di fedeli e turisti.
  • Villa Torriani
    È un altro edificio risalente aI XIII secolo, ma non si è conservato molto di quel periodo. La vera che circonda il pozzo nella corte è uno dei rari elementi originali dell’edificio.
  • Villa Nachini-Cabassi
    Siete appassionati di vino? Ok, se non lo foste, probabilmente non stareste leggendo questo sito, dunque ecco il vostro posto preferito a Corno di Rosazzo. Questo edificio è stato eretto nel XVIII secolo e oggi è la sede del Consorzio vinicolo dei Colli Orientali, dove potrete trovare anche un’enoteca fornita di vini e prodotti tipici locali.
  • Stele di Visinale
    Visinale è una frazione di Corno di Rosazzo, famosa per essere il luogo in cui si suppone essere stato sparato il primo colpo della prima guerra mondiale. Ovviamente, non è possibile determinare se sia vero o falso, poiché l’Italia si contrapponeva all’Austria su un fronte lungo più di seicento chilometri, ma è quasi certo che qui, la notte fra il 23 e il 24 maggio 1915, due finanzieri italiani spararono contro dei militari austriaci intenti a minare il vicino ponte.

 

Appuntamenti

Dall’8 al 12 maggio, Corno di Rosazzo ospiterà la 46esima edizione della locale Fiera del Vino.
Parleremo ancora di questo evento.

 

Ok, diteci dove diavolo è!

Vi è venuta voglia di visitare Corno di Rosazzo, non è così?
È nell’estremo Nordest, in Friuli-Venezia Giulia, circa 25 chilometri a est di Udine.
È vicino al confine con la Slovenia, quindi è un ottimo posto dove “fare base” per partire anche all’esplorazione della Brda.

 


 

Zdravljica vol.1: Collio e Valle del Vipacco (Brda e Vipavska Dolina)

Condividi con qualcuno a cui interesserà!Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmailby feather
Tieniti informato sui produttori di vino della Slovenia anche con Facebookrssby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *